festa

la parola
è impreziosita
da applicazioni di strass
manifestazione a voce o scritta
il cinque tasche elasticizzato
di una relazione o di un pensiero
ossia la figurazione di una archetipo
rovesciamento
si abbina alla canotta
decorata da borchie
la figurazione e’ invero attraente
uno stile dinamico molto irruente
sia nel anteriore
che nel sulla schiena
se la resa che toccherà
al punto fertile
in sequenza conserverà
simile contorno a guglia
e questa grazia
c’è’ da attendersi
un delicato esito positivo
hanno antico
il dopo gala
della festa del fasto
tutti insieme con fervore
su una barca in seno di dritta
incontenibile
nelle chiuse apparenze che percepite
la citante si slega
al trattenimento dello modista
con intrighi e moti
al termine dell’anticonvenzionale
in vero appariva più impacciato
il lui
che si accostava ininterrotto
alle parti intime
intermedio
e nel immaginato di un cenno
cintura argento
party
scovi completo ciò che ti serve
poiché la festa è effervescente
sconvolgente
senza uguali specifiche
appena la desideravi
palloncini personalizzati
acquisito.
andato e detto
compone il tipo di analisi
pareo
jersey – lamè
interno sfoderato
disegno cachemire
per chiarire i mutui
che soddisfano le tue urgenze
tra le offerte delle banche.
per divulgare la sua riga
sandali con lacci
la morfologia
total nero per il due pezzi
è la scheggia delle regole
o della filologica
composto da bustier
con inserti di tulle
che ha per essere
l’applicazione del ordine
e ha campo il pretesto per legare
con il caposcuola e i suoi compagni
pantaloni morbidi viscosa
dei ragionamenti
sandali alti
tra un tuffo e un aperitivo in chiatta
la congrega di corpi notevoli
ha finito intero il momento in acqua
perizoma
pizzo – elasticizzato
interno semi-foderato
elastico in vita
fiocco
la tensione spasmodica
è una risposta del genitale
può constare una corsa più ampia
di percezioni di piacere
con alcuni picchi di estremo
con riduzione delle idee più pigro
il monte ti darà figura di fattibilità
di regola entro due giorni fertili
se il pensare è benigno
e che ne ferma la parte e l’ inerenza
a chiarite parti

identità….

allorché ti ho incontrata
eri completa e strappata
idea
da ciò che mai avevo ravvisato
allorché mi hai incontrato
ero completo e strappato
idea
da ciò che mai avevi ravvisato
noi imperturbabili
complessi e semplici
insieme abbiamo camminato
lungamente
senza accorgerci
che erano vie già visitate
due tipi vitali di errore
riproponiamo e ripercorriamo
con altri
a prima vista sconosciuti
vita già vissuta
intaccando la cura di rapporto
fra miglioramenti
sperando di rendere
semplice il rivivere
la stessa vita
e gli stessi errori
l’altro l’ordine
con tratti circa indistinguibili
tanto che alle volte
giustifichiamo a noi stesi
e chi c’è vicino
è lui o il separato passato…….
il frutto è stato il medesimo
delle previe consapevolezze
nulla di cospicuo e stato distinto

fuochi di san giovanni..

in mezzo alla folla
fuochi in aria
delirio capogiro
e sentili che botti
che ressa
abitualmente generano
quattro frutti basilari
strepito
chiarore
fumo corporeo
che casca senza fretta
fuoco in terra
la musica
ma guarda che spinte
musica senza
musicanti
vorrei capire
o
tratto vaneggiare
la regola
nel suo detto più esteso
abbraccia qualsiasi
risolutezza naturale
arco proprio
o
concorde

meochia

il limite concetto
un ostentazione
da quanto non parliamo
abbandona la parola
raccolgo
Lontano c’è un mare
afferro tutto
attuazione sonora dal intimo
da quanto non voliamo
Onde e sole
da cui traggono pure i limiti
di un artefice o un drappello
ognuno lontano
nel dì della ricorrenza
Sabbia nel costume
la migliore porzione
delle laboriosità
fertili sul suolo
raggiungono pose
ognuno presente
occhi arrossati
intendimento
abbracciare
abitualmente su un ponteggio
La macchina scassata
sul petto i segni
pur ci muovevano
espressivi interi
l’attitudine insita
che hanno gli enti naturali
di raccattare e ridurre
una fase un rondò
La tua malattia
nella mente i ricordi
disposto all’inconfessato di un opera
gli infiniti pungoli
i tuoi capelli in treccia
abitualmente un intesa
Il dolore della perdita
in largo è in dono
il tuo sorriso vago
Il ritrovare l’equilibrio
giunti dalla percezione del vero
sul cielo sono assemblati principi
esteriori ed valenti
per farsene di specifici
la tua bianca bicicletta
mezzi che saranno
soggetti a duplicare i frammenti
tua madre che piange
figurazione immateriale
I bagni ancora
E nuotare nuotare
della concretezza pari
tuo padre assente
più i lanci
la tua passione
sistemi nevrotici
i nostri giorni
Cosi da allontanarsi
Da tutto e tutti
che solleveranno lo spessore
le nostre notti
della composizione
le liti
in maniera da riuscire ridare
le conciliazioni
oltre compartecipi gli astanti
Il mio ricordo…..

A5(148x210mm)

Si va fuori
Non si va fuori
Si rimane
Non si rimane
Si spinge
non si spinge
dopo la camminata…
un po’ di foto sugli scaloni..
la termine della iniziale
giornata del nostro momento
Un bicchiere di vino e di me?
Il bicchiere è un involucro
Il vino è un liquido
Tempo …
Verde militare per
I tuoi pantaloni alla pescatora
A vita bassa
oltre rialzato
frazione degli imprevisti
maglia a rete con profili in raso
in cristallo o altro..
flessibile per i liquori
Di sicuro un bel inizio
Ce ne sono di gittate segni
risultata capace
di migliorare
le cariche passionali
sandali alti
rimpatriati a casa…
la vaghezza ha gioito sulle scalinate
…di chi mi ha fatto
ridere a fior di labbra…
Il sorriso si genera
distendendo la bocca
arcuando le labbra
ed eventualmente
presentando i morsi
Antico
da vino scarlatto
da vino candido
da inebrianti…
… ingentiliti e dipinti con fregi
talora in rilievo….
procurando instabili
e in taluni casi inarrestabili
diversificazioni delle comprensioni
Coordinato
Jersey – Elasticizzato
A triangolo
Gancetti dietro
Interno semi-foderato
Sgambato
Elastico in vita
Logo – Applicazioni a contrasto
dell’umore
della percezione
o del comportamento
Un sorriso con gli occhi
La Gratificazione
è un presupposto
emozione
fortemente naturale
La carica intensa
e chiara della gioia
è vincolata esclusivamente
allo sguardo
e la sua profondità
intesa da sé
senza eccezione
attimi e insiemi privati
movente il superiore
contenuto in alcol etilico
il socio corrente
in più rilevante
misura nel vino scartata
l’acqua
L’idea di felicità
concordata come requisito
di compimento intero
prende posto di valore
nelle esperienze allegoriche
della passata nuova
tanto è sicuro
che si usa accennarle
come perizie lascive

Legal (8,5×14")

un cielo
dei colori
del cielo
con
poca gente
che rapidamente
e distratta
scende…
ogni serata è buona
anche se i concetti
avendone esperienza
al
presentarsi cosciente
o ignaro e libero
o accidentale
o in qualsivoglia forma
non nuoteranno….
Alcuni salgono
Neanche musica..
È lunedì….
Di giugno…
osserva e ricorda
ogni emozione
vale
ovvero almeno
la capienza
della percezione visiva
che si adotta
per colorare l’occhio
di quello che si vede
ripari l’accento…
il colore/calore
è capace….
opera
benessere a …mente
mentendo
Il contegno è la forma
l’incidenza emotiva
è ormai partorita
provocata dall’intendere
dei velo del letto
che organi nervosi
dirigono alla ragione
differenti
e la terrò in me per tempo
sento campane
qui seduto sul muro
nell’intimo
di una intuizione cocente
e
spaziare barlumi ai legni
dagli avvisi agitati
osservo il flutto
fra poco sarà buio
e finito il libro
chiarori riflessi
cercati
senno
non disporre ampi
albori a cielo
per portare chiaro
ma
cosparse e moderate
via il rendere
complice la sera
tornando a casa
passero da te….
solito campanello
non ti avviso..
ovvero l’ esibizione
a quella cosa o quel caso
in preporre
sarà bello
ballare
ti ritrovo incantevole
col caldo presente
che quasi nuda ti pretende
a pulire casa…
Pure simile combinazione
è una figurazione
incorporea
quanto bellezza può
essere
Musica
per reale arriva
rifinita da note
adatte all’utilizzo
che se ne andrà a fare
creando un nostro
spazio dei colori…
ti faccio baiadera
su un palco sollevato
che usa una stecca
per le mutamenti carnali
lumi che aggomitolano
di procedere e
sollevarsi di un articolo
o un organismo riposto
in attinenza
pressoché totalmente
quando si inzuppano
le trepidazioni
penetra la competenza
ovvero ancora l’esplorazione
di una essenza o di un evenienza
o di un elemento
emanazioni di delimitate
è la sintesi…..
altezze di fiotto e veemenza…
sarò mai capace di darti più…

Index Card(4×6")

modellare il cuore
avvenimento di ambiente
di regola furioso
condotto denso
da folgori fiati e cadute
pure acute
foggia più pubblica
Camicia maniche corte
Jersey – Elasticizzato
Collo a v
Due tasche
Bottoni
Righe
ansia del contesto
accordo sproporzionato
alle volte ho mentito
che strambo pranzo
tuttavia e il solito bar
persino le persone
sono le stesse
Gonna
Raso
Zip e gancetto
Interno foderato
Pieghe
in che modo
si ha la sanità di portare avanti
il sognare in celluloide
dopo
un insalata e un vinello
Sacca ampia in pelle
Camoscio – Vitello
Zip
Tasca esterna
Tasche interne
Doppio manico
A mano
Applicazioni a contrasto
rimpiazzi le argomentazioni bensì……
tirarsi prolungato
chiedi chiedi chiedi
oggetto non so se neanche tu
intendi
alle verticali inverosimili
che piombano verso le baie
che lo supera
in
inquietudine
senza mutande per compiacermi
un trasfigurazione risolutiva
in che modo se sopravvenisse agevole
sollecitare l’abbandonare gli assetti
consolidati
nel momento in cui
indivisi desiderano
che tu muti pelle
ti intendi forzato a darsi forma
a farsi assennato
invecchiato
inizi anche a considerare
di essere una empia figura
poiché senti il modo in cui
ti stessi strappando da te tale
una parte di vita
look total black
spessore ridotto
a soli sette millimetri
samsung ultra 6.9
tri-band
display a duecento sessantamiladue colori
fotocamera da due megapixel
memoria da ottanta mega
bluetoooht…
sessantasei grammi
meno del peso dell’anima
il sentimento ha a grandi linee l’aspetto
di un ceppo di pigna
alto circa dodici cm
compresso dall’avanti all’indietro
con due fattezze
una postero-inferiore
e una anteriore
Mocassini
Vitello
Fibbia laterale
Suola di cuoio
Impunture – Applicazioni a contrasto
mi incanta abbandonare
lo sguardo nel fiume
non sai che numero volte mi è stato d’aiuto
calmandomi rasserenandomi
nel suo moto
oggi sarà cosi
il punto d’appoggio
cova con gli occhi in alto
indietro e a destra
mentre l’apice è rivolto in infimo
in avanti e a sinistra
si figura allorquando stille
strappate di acqua
crollano al pavimento
una scheggia che va giù
non riesce a pervenire
alla esteriorità
svanendo nel vento
particolarmente
qualora varca aria seccata

tempo sidereo

sopraggiunge tra
due accessi
discontinui del meriggio
udite udite
medesimo fato
a un indicato punto
torna la femme fatale
questa cosa
è l’età della locanda
e’ adesso tempo
per congedare le mutande
e
di piroette delle lancette
pure se con certezza
sono tranquillizzanti dell’impeto
è inoltre giravolte dell’apparenza
omaggio al portamento
ma
la forma amica muta
mezzo delle sorti percepibili
in seguito persuaso
con essa quella della biancherie
nella sua dilatazione
staccato da due artefici
un pigro accrescimento
anche al di sotto degli abbigliamenti
imposto dalla mutualità
ordinaria con la lunazione
è dondolamenti contrastanti
con
debite diversità
lampi d’inerzia del guscio
prova per la dispersione del cielo
di complessi gelidi
ai sollevati fianchi
trova in mezzo due cime
discontinue di luce
con leggerezza
ora
principalmente esteso
intanto che intriga su sé pari
percorre in cerchio al termine
ne ha boria degli slip di cotone
nello stesso sentimento
del mulinello
ne ottiene un avvicendamento libero
e hai voglia di inventiva
il quotato non è
oltre fedelmente voce
ma lo sarà poi di canto pari
intendersi un notabile
non è regolare decorso
in stanza da letto
perché il sentire …
altro è ……

dopo un pianto…

in mare
la percezione
è una ampia piana
il pianto è la prima
modalità
espressiva dell’uomo
verso il  restituire
di acqua salina
il riguardo nel cuore
di te
contigua dei castigati
e sulla tua materia
congiunta a un oceano
adagiati
pari confine
dai…friziona 
in compagnia le palme
e così
alle volte messa in opera
attraverso il calore
per additare specchi d’acqua
normalmente salati
e
posale a trofeo
che non vestono
intorno  agli sguardi
bocche sull’oceano
incurvati innanzi
il confine mare
aspetto avviato
gli angoli sulle gambe
scatole di emozioni
non facilmente
traducibili in termini.
sostenendo in atto pure
il presunto pianto di gioia
casualità sporadica
è scortato da sensi
di penosa ambivalenza
come equivalente
inoltre
di quantità enorme
richiama alla mente
quando racconta
che il pianto è in grado
di mostrarsi
pure un mezzo
manipolativo
un bel luogo
un astrazione indefinita
in quanto regola
significativa involutiva
e assicurati agli specifici
per modello nel momento
boccioli
in cui si parla dei mari torridi
cammino
dell’acqua marina esposta
tronchi
quella sterminata in globale
accosta le bande
il fine tra acqua e terra
ben in ordine
è battezzato lata o marino
sulle ginocchia
il mare non mostrandosi fisso
dedica  audizione
agli interi poveri chiassi
che intuisci in cerchio a te
esibisce vie
lasciatene impregnare
moti delle acque
che lo montano
stabile origlia
i gesti fondamentali
sonno e sogni
vesti le onde a parola
nate dalla folata
le maree
svolazzando elevati
alla norma più accurata
incanto di certuni
corpi sovrumani
ascolta e pronuncia
maggiormente
la  luna ed il sole
parallelamente
alle correnti marine
maturazione
della quantità relativa
abbandonandoti ai limiti
epidermici e fondali
protenditi sul dorso
altri fatti d’acqua
che chiariscono
con le mani aperte sul suolo
dei gesti delle acque vivono
e le braccia lievemente
divergenti
raggruppati sulla linea verticale
la meditazione di sale
sinistra
altra dal vigore di vaporizzazione
richiama alla mente
considerato che solo
l’acqua autentica
alle differenti schegge
cagionate dalle dissimili febbri
dell’acqua
attraverso il vizzo
svanisce
conclusivo
la vetta
ridai ad adagiarsi
mentre i sali indugiano sul letto
foderi le mani con gli occhi
l’aiuto di tributari al mare
e manipola le parti
invero più canali
accorrono nel mare
mediane della presenza
meno forte sarà l’impegno dei sali
prendi acqua
e bevi sorsi
da fonti distinte
e noti
per quale intelletto le acque
e
da quale madre…
si avvicinano agitate sperdendo i sali
le spezie sono spermi  profitti inizi..
afferra una presa di spezie
e annusa
sostieni nella reminiscenza
scorze o essenza
applicate in dose sarcastiche
addizionate per dare piacere
gli aromi….

Hagaki Card (100x148mm)

senza nulla poi….
scendo queste scale
in mezzo
cambiamento
per consumatori
no
non ti vedo
non sento
cieco sordo
scusa….
ancora vorrei capirti
senza nulla togliere
ma so che non ti avrei mai ascoltata
semi riproducono e si staccano
venti anni fa in seguito a un intervento chirurgico alla cistifellea
moriva andy warhol………
sfilatino
leggermente freddo
pure di festa
no ti ho ascoltato
e ho anche seguito
le tue parole
……
le tue parole
sono di un linguaggio
però diverso dal mio
posso comprenderlo
ma non voglio condividerlo
che tu lo confessi o no
sono ambedue schegge
di un unico capello….
snaturare concetto
tanti ringraziamenti
alla soppressione del carico
di serratura feriale
logoramento del vigore brillante
pezzo da un incauta scelta
ottenendo tracce più dinamiche
le apparizioni accluse
in simile parte
concordano una prima lettera
qualora
in qualunque luogo
per quale motivo
e forse anche parlare
almeno a me stesso
ti minierò il modo
in cui fioriscono i capelli
li vedo luci e qualche ombra
diverse e vive
mai
no mai
ma mi sento a casa
l’attuale allungamento
è rassodato dalla
cosiddetta papilla
ora no
ora si
e non so
non so
domani potrò vedere
la propria nascita
è data dall’intimo
della pelle
oggi no
e tomi scomputati
altresì qualora
a stento andati a passeggio
ho dolore agli occhi
domani forse ascolterò…
sento solo un ronzio…
un vociare…
di altrui sentire
li voglio nuotare
aumento
trasformazione
sospensione
sono disciplinate dagli ormoni
come facevo prima
come si dovrebbe fare
che sorrisi
non mi importa siano veri…
non sono miei..
ma li riesco a vedere
scorgere li
un espediente
un tono
ho camminato questa
mia notte
ho camminato questo
mio giorno
sempre con le stesse scarpe
solo quelle
solo mie
non si torna
dove non si è mai stati…
ho un cartello del tempo
che porto con me
non perderò il ricordo
no per strada
non per la mia…
voglio solo rinvenire i miei disegni..
per consolidare la capacità
naturale della pelle
di auto-rinnovarsi..
i miei segni…
su queste scaloni…